Assogi - Consorzio operatori grandi impianti

L'Associato Montecatini Professional selezionato per realizzare il nuovo impianto cucina di Casa Verde

L'Associato Montecatini Professional selezionato per realizzare il nuovo impianto cucina di Casa Verde

Notizia pubblicata il 17 Novembre 2017

C’è tutta l’avanguardia, la qualità e la professionalità di Assogi nello straordinario progetto a cui ha partecipato il nostro consorziato Montecatini Professional, selezionato per realizzare il nuovo impianto cucina di Casa Verde a San Miniato: un centro per disabili della Fondazione Stella Maris, presentato dai vertici dell'istituto lo scorso luglio, e ora pronto ad accogliere ragazze con disabilità neuropsichica grave o gravissima.

La Casa Verde sorge in una delle più belle località della Toscana, una verde collina che si inoltra a sprone nella Valle dell’Arno con a fronte la cerchia dell’Appennino: una struttura in simbiosi con il paesaggio, tra i boschi e il centro storico di San Miniato, costruita con materiali e soluzioni in grado di farla rientrare tra i fabbricati strategici antisismici e di legarla alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico. A partire dalle prossime settimane, l’edificio di 2.500 metri quadrati accoglierà un gruppo di ragazze con gravi disabilità, che saranno qui ospitate e curate.

Con un investimento di 5 milioni di euro è stato completamente recuperato e rinnovato il complesso che un tempo era adibito a orfanotrofio 'Madonnina del Grappa': realizzati 30 posti letto, oltre agli spazi necessari per la riabilitazione, la cura e la vita sociale, con percorsi riabilitativi specifici e nuovi laboratori, una stretta integrazione con le scuole, il mondo sportivo e il volontariato. La cucina realizzata da Montecatini Professional è un impianto completo e dotato anch’esso delle più moderne tecnologie e curato in tutti gli aspetti: dall’impianto di aspirazione, alla zona di lavaggio stoviglie e dispensa, all’innovativo blocco cottura. 
Il piano terra sembra una galleria d’arte e accoglie i lavori espressivi che le ragazze hanno realizzato nei laboratori.

“Una riapertura che è motivo di festa e gratitudine”, ha sottolineato il vescovo Monsignor Andrea Migliavacca.

“Una vera e propria Casa Verde”- commenta l’Avvocato Giuliano Maffei, Presidente di Stella Maris – “che rappresenta il rientro all’interno della Comunità di una città, quella di San Miniato, che da sempre ha saputo riconoscere nella fragilità dei nostri ospiti un punto di forza per la costruzione della società civile, cioè una vera e propria riserva di ossigeno valoriale che permette a tutti gli abitanti del territorio, a tutti i bambini ed i ragazzi delle scuole, di comprendere quali sono davvero le cose che contano nella vita, quali sono le cose essenziali. I nostri ragazzi, uomini e donne, sono un vero e proprio nutrimento umano e spirituale. Loro generano il bene e la bellezza, per questo sono così preziosi (…)”.

L’Assessore regionale per il Diritto alla Salute Stefania Saccardi, attraverso un messaggio, ha sottolineato quanto il progetto Casa Verde rappresenti un momento importante per le istituzioni: “Siamo lieti che riapra oggi, dopo un importante lavoro di adeguamento strutturale e organizzativo, tornando ad essere un fondamentale riferimento, a livello zonale e aziendale, per la presa in carico delle persone che necessitano di percorsi di sostegno assistenziale e riabilitativo, e che non sono assistibili presso il proprio domicilio. La nuova presenza attiva territoriale della Casa Verde sarà garanzia di miglioramento dei servizi offerti alle persone disabili e conseguentemente della loro qualità di vita”.